Strada statale 14 bis di Mestre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 14 bis
di Mestre
Strada Statale 14bis Italia.svg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regioni Veneto Veneto
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio Innesto con la SS 14 in località San Giuliano (Mestre)
Fine Innesto con la SS 13 in località Favorita (Mestre)
Lunghezza 5,553[1] km
Gestore Veneto Strade
La SR 14 al km 1

L'ex strada statale 14 bis di Mestre[1], ora classificata come strada regionale 14 di Mestre[2] e gestita da Veneto Strade, è un'importante strada extraurbana secondaria tangente alla zona est di Mestre. È conosciuta anche come via Martiri della Libertà. Si presenta come una strada a due carreggiate ciascuna a due corsie di marcia e nel percorso sono presenti due incroci semaforizzati (via Pasqualigo e via porto di Cavergnago).

Il 22 settembre 2010 è stato completato il sottopasso (con una rotonda in superficie funzionale anche alla tranvia di Mestre) di via San Donà (perpendicolare alla SR 14) che collega Mestre a Favaro Veneto. Precedentemente l'incrocio era regolato da impianti semaforici.[3]

Il 19 novembre 2011 è stato inaugurato il sottopasso che risolve l'intersezione tra la SR 14 e la SS 14 a San Giuliano (Mestre). Precedentemente l'intersezione era regolata da impianti semaforici[4].

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998 dal 2001, la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Veneto, che la gestisce tramite la Veneto Strade.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b http://gazzette.comune.jesi.an.it/2000/136/pag16.pdf
  2. ^ Veneto Strade SpA - Rete in Gestione
  3. ^ Favaro, inaugurato il sottopasso «Eliminato» l'incrocio della morte - Corriere del Veneto
  4. ^ IL GAZZETTINO Online: il quotidiano del NordEst







Creative Commons License