Strada statale 494 Vigevanese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 494
Vigevanese
Strada Statale 494 Italia.svg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regioni Lombardia Lombardia
Piemonte Piemonte
Mappa della Strada statale 494Vigevanese
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio Corsico
Fine Alessandria
Lunghezza 89,925[1][2] km
Gestore Tratte ANAS: dal km 0,000 (Corsico) al km 15,263 (Abbiategrasso)
(dal 2001 la gestione della restante tratta è passata alla Provincia di Milano, alla Provincia di Pavia e alla Provincia di Alessandria

La strada statale 494 Vigevanese (SS 494), in parte della provincia di Milano[3] ed in provincia di Pavia[4] strada provinciale ex SS 494 Vigevanese (SP ex SS 494) e in provincia di Alessandria[5] strada provinciale 494 Vigevanese (SP 494), è una strada statale e provinciale italiana che collega Milano a Alessandria, passando per Vigevano.

Percorsomodifica | modifica sorgente

Per i primi 12 chilometri la strada ha tracciato doppio. La Nuova Vigevanese ha inizio nella periferia sud-occidentale della metropoli lombarda dove costituisce un importante asse di penetrazione urbana (Via Foppa, Via Lorenteggio). Attraversa il quartiere di Lorenteggio dove diviene a carreggiata doppia e a quattro corsie complessive; con tracciato che si può definire a scorrimento veloce attraversa Cesano Boscone e incrocia la tangenziale Ovest di Milano (alla quale si allaccia mediante un imponente svincolo a quadrifoglio). Superato lo svincolo, attraversa il quartiere Zingone (comune di Trezzano sul Naviglio) dove costituisce l'asse principale (Viale Leonardo da Vinci).

A Gaggiano, dove termina il tratto a doppia carreggiata, si riallaccia il vecchio tracciato proveniente da Milano. Tale strada, che è chiamata Vecchia Vigevanese e che ufficialmente è la strada provinciale 59, certamente esisteva già nel tardo medioevo quando fungeva da collegamento tra la capitale del ducato di Milano e due tra i suoi castelli più importanti, Abbiategrasso e Vigevano. Inizia a Porta Ticinese dove il Naviglio Grande si getta nella Darsena; il suo tracciato costeggia il corso del Naviglio, costituendo le vie Ripa Ticinese e Lodovico il Moro; attraversa il quartiere periferico di Ronchetto sul Naviglio e il primo comune dell'hinterland, Corsico. Sottopassa la Tangenziale Ovest (alla quale si allaccia mediante uno svincolo) e attraversa Trezzano, sempre rimanendo contigua alla sponda destra del Naviglio Grande. A Gaggiano scavalca per la prima volta il canale portandosi sulla sua riva sinistra e innestandosi sulla Nuova Vigevanese, anche se, probabilmente, l'originale tracciato medievale proseguiva lungo la sponda destra.

Da Gaggiano la SS 494 prosegue rettilinea, a carreggiata singola anche se con sede ampia, raggiungendo Abbiategrasso, centro principale dell'Esticino milanese. Qui incrocia la strada statale 526 dell'Esticino e inizia a dirigersi verso sud-ovest, attraversando il Ticino ed entrando così in Lomellina, la regione situata ad ovest del Ticino appartenente alla Provincia di Pavia. La Vigevanese evita il centro di Vigevano per mezzo di una variante, in origine esterna, che ora ne attraversa le periferie orientale e meridionale (Viale Artigianato, Viale Industria, Viale Commercio e Viale Agricoltura).
Oltre Vigevano la strada si dirige verso Mortara, altro importante centro della Lomellina, ove interseca l'ex strada statale 211 della Lomellina, ora strada regionale 211 della Lomellina. Superata esternamente la città di Mortara, attraversa Castello d'Agogna, piccolo centro collocato sull'omonimo fiume, Valle Lomellina e Sartirana Lomellina, in un paesaggio prettamente agricolo caratterizzato dalla presenza più o meno costante di risaie.

Presso Torre Beretti, ultimo paese della Lombardia toccato dalla strada, la strada compie una stretta svolta a gomito verso est che la porta ad avvicinarsi al Po, che attraversa al Ponte di Valenza. Valenza è la prima città toccata dalla strada in territorio piemontese, in vista delle prime colline del Monferrato. La strada risale, con percorso tortuoso, tra paesaggi completamente diversi rispetto a pochi chilometri prima, la dorsale collinare che divide il corso del Po da quello del Tanaro, ormai prossimi alla confluenza. Dopo lo scollinamento si scende verso Alessandria, sulle rive del Tanaro, distante una decina di chilometri. Qui la Vigevanese si innesta nella ex strada statale 10 Padana Inferiore.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001 la gestione del tratto lombardo tra Abbiategrasso e il confine con il Piemonte è passata alla Regione Lombardia, che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Milano e della Provincia di Pavia per le tratte territorialmente competenti[6]; la gestione del tratto piemontese è passata alla Regione Piemonte cha ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Alessandria[7].

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Lombardia.
  2. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Piemonte.
  3. ^ CARTA AMMINISTRATIVA DELLE STRADE PROVINCIALI, Provincia di Milano.
  4. ^ Piano del Traffico della Viabilità Extraurbana, Provincia di Pavia.
  5. ^ Allegato A - Strade provinciali, Provincia di Alessandria.
  6. ^ L.R. 5 gennaio 2000, N.1 (art.3, comma 118), Regione Lombardia.
  7. ^ D.G.R. 90-4628 del 26/11/2001, Regione Piemonte - B.U. 51 del 19/12/2001.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente








Creative Commons License