Strumento a percussione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo strumento a percussione è uno strumento musicale che suona quando percosso, colpito, agitato, frizionato o sfregato dalle mani del suonatore, o mediante appositi strumenti come bacchette, spazzole o battenti. L'uso di strumenti a percussione accompagna l'uomo sin dalla preistoria.

Panoramicamodifica | modifica sorgente

Ogni cultura musicale ha prodotto strumenti propri, con molte differenze ma anche sorprendenti tratti in comune. In questa evoluzione degli strumenti a percussione i paesi europei giocano in gran parte un ruolo secondariosenza fonte. Per scoprire il mondo delle percussioni bisogna uscire dalle tradizioni della musica classica occidentale, che relegarono il percussionista in ruolo puramente di effettistica e di "colore"senza fonte usando un numero ridotto di strumenti, tra cui spiccano i piatti ed i timpani. Il primo paese musicale importante da cui partire è probabilmentenon chiaro l'India dove già ai tempi del medioevo si suonavano strutture melodiche e ritmiche molto complesse, riprese oggi dai jazzisti.

Classificazionemodifica | modifica sorgente

La principale classificazione degli strumenti a percussione li divide in due insiemi; quelli a suono determinato, in grado di emettere note di altezza definita (ad esempio vibrafono o timpani), e quelli a suono indeterminato, che producono suoni definibili come "acuti" o "gravi", ma di altezza non misurabile con precisione (ad esempio la grancassa). Per regolare l'intonazione degli strumenti dotati di membrane si ricorreva un tempo ad aumenti di temperatura o altre modifiche ambientali; oggi questi strumenti sono dotati di sistemi per modificare la tensione delle membrane stesse.

Gli strumenti a percussione seguono inoltre una classificazione secondo categorie di appartenenza, o per tipologia:

  • I membranofoni (es. tamburo) emettono il suono per mezzo della vibrazione di una membrana tesa.
  • Gli idiofoni (es. triangolo) emettono il suono per vibrazione del corpo dello strumento stesso.

Percussioni impropriemodifica | modifica sorgente

Esistono inoltre delle percussioni improprie, strumenti nati per tutt'altro scopo ed usate per produrre musica.

Nella musica contemporanea questa soluzione è praticata con una certa frequenza.

Ecco alcuni musicisti di riferimento per le percussioni improprie:

  • John Cage usò assolutamente di tutto: dall'acqua alle caffettiere.
  • Tony Esposito è il più noto autore di musica col pentolame.
  • I Pink Floyd hanno usato i rumori per aggiungere effetti a dei pezzi nati in una forma classica e molto colta.
  • Gli Art of Noise hanno usato i rumori come strumento in sé per dei pezzi scritti in maniera classica.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Famiglie di strumenti musicali
Aerofoni - Cordofoni - Membranofoni - Idiofoni - Elettrofoni
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica







Creative Commons License