Super Bowl XL

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Super Bowl XL
1 2 3 4 Totale
SEA 3 0 7 0 10
PIT 0 7 7 7 21
Edizione XL
Data 5 febbraio 2006
Stadio Ford Field
Città Detroit
MVP Hines Ward
Inno nazionale Aaron Neville, Aretha Franklin e Dr. John
Arbitro Bill Leavy
Halftime show The Rolling Stones
Spettatori 68.206
TV negli Stati Uniti
Network ABC
Telecronaca Al Michaels e John Madden
Left arrow.svg XXXIX XLI Right arrow.svg

Il Super Bowl XL fu la 40ª edizione del Super Bowl. Si disputò il 5 febbraio 2006 al Ford Field di Detroit, Michigan. I campioni della AFC, i Pittsburgh Steelers sconfissero per 21-10 i campioni della NFC, i Seattle Seahawks.

Con la vittoria, gli Steelers raggiunsero i San Francisco 49ers e i Dallas Cowboys come uniche altre franchigie ad aver vinto cinque Super Bowl. Pittsburgh, che terminò la stagione regolare con un record di 11-5, divenne la quarta wild card della storia, la terza in nove anni e la prima di sempre a partire dal sesto posto del tabellone della propria conference,, a vincere un Super Bowl. I Seahawks invece, alla loro trentesima stagione nella lega, raggiunsero il loro primo Super Bowl dopo aver terminato con un record di 13-3, il migliore della NFC.

Seattle dominò il primo quarto di gioco ma a causa di passaggi sfuggiti dalle mani dei ricevitori e penalità subite riuscì solamente a segnare un field goal. Gli Steelers salirono a un vantaggio di 14–3 all'inizio del terzo quarto quando il running back Willie Parker stabilì il nuovo record del Super Bowl con un touchdown dopo una corsa da 75 yard. Il defensive back dei Seahawks Kelly Herndon stabilì un altro record del Super Bowl con un intercetto ritornato per 76 yard in touchdown, accorciando lo svantaggio a 14–10. Pittsburgh però rispose con un passaggio da touchdown da 43 yard di Antwaan Randle El per Hines Ward, la prima volta che un ricevitore passò un touchdown nel Super Bowl. Ward, che ricevette 5 passaggi per 123 e un touchdown, oltre a correre 18 yard, fu nominato MVP.

Statistichemodifica | modifica sorgente

Statistiche a confrontomodifica | modifica sorgente

Seattle Seahawks Pittsburgh Steelers
Punti 10 21
Primi down 20 14
Efficienza sui terzi down 5-17 8-15
Efficienza sui quarti down 1-2 0-0
Yard totali 396 339
Yrd passate 259 158
Passaggi completati 26-49 10-22
Yard per passaggio 5.0 6.9
Yard corse 137 181
Corse tentate 25 33
Yards per corsa 5.5 5.5
Penalità-yard 7-70 3-20
Sack subiti 3-14 1-8
Palle perse 1 2
Fumble-persi 0-0 0-0
Intercetti lanciati 1 2
Tempo di possesso 33:02 26:58

Leader individualimodifica | modifica sorgente

Seahawks: passaggi
C/ATT* Yds TD INT
Matt Hasselbeck 26/49 273 1 1
Seahawks: corse
Cara Yds TD LGb
Shaun Alexander 20 95 0 21
Matt Hasselbeck 3 35 0 18
Mack Strong 2 7 0 7
Seahawks: ricezioni
Recc Yds TD LGb
Bobby Engram 6 70 0 21
Joe Jurevicius 5 93 0 35
Darrell Jackson 5 50 0 20
Jerramy Stevens 3 25 1 16t
Mack Strong 2 15 0 13
Ryan Hannam 2 12 0 9
Maurice Morris 1 6 0 6
Shaun Alexander 2 2 0 4
Steelers: passaggi
C/ATT* Yds TD INT
Ben Roethlisberger 9/21 123 0 2
Antwaan Randle El 1/1 43 1 0
Steelers: corse
Cara Yds TD LGb
Willie Parker 10 93 1 75t
Jerome Bettis 14 43 0 12
Ben Roethlisberger 7 25 1 10
Hines Ward 1 18 0 18
Verron Haynes 1 2 0 2
Steelers: ricezioni
Recc Yds TD LGb
Hines Ward 5 123 1 43t
Antwaan Randle El 3 22 0 8
Cedrick Wilson 1 20 0 20
Willie Parker 1 1 0 1


*Completi/Tentativi aPortate bGiocata più lunga cRicezioni

Formazioni titolarimodifica | modifica sorgente

Pittsburgh Ruolo Ruolo Seattle
ATTACCO
Antwaan Randle El WR Bobby Engram
Marvel Smith LT Walter Jones
Alan Faneca LG Steve Hutchinson
Jeff Hartings C Robbie Tobeck
Kendall Simmons RG Chris Gray
Max Starks RT Sean Locklear
Heath Miller TE Jerramy Stevens
Hines Ward WR Darrell Jackson
Ben Roethlisberger QB Matt Hasselbeck
Willie Parker RB Shaun Alexander
Dan Kreider FB Mack Strong
DIFESA
Aaron Smith LE Bryce Fisher
Casey Hampton NT LDT Chartric Darby
Kimo von Oelhoffen RE RDT Rocky Bernard
Clark Haggans LOLB RE Grant Wistrom
James Farrior LILB LOLB Leroy Hill
Larry Foote RILB MLB Lofa Tatupu
Joey Porter ROLB D.D. Lewis
Ike Taylor LCB Andre Dyson
Deshea Townsend RCB Marcus Trufant
Troy Polamalu SS Michael Boulware
Chris Hope FS Marquand Manuel

Critiche all'arbitraggiomodifica | modifica sorgente

Le penalità controverse chiamate durante il Super Bowl XL incontrarono sia le critiche dei fan che dei media, molti dei quali suggerirono che gli arbitri avessero annullato diverse giocate chiave dell'attacco di Seattle. Jason Whitlock il giorno dopo la gara scrisse: "Leavy e la sua banda hanno rovinato il Super Bowl XL. Sono l'unico che vorrebbe ascoltarli nel difendere la loro incompetenza?"[1]. In risposta alle critiche, il portavoce della NFL Greg Aiello disse in un comunicato: "La gara è stata diretta propriamente, comprese, come accade nella maggior parte delle partite dell'NFL, alcune giocate dubbie che hanno prodotto critiche verso l'operato degli arbitri."[2] La gara terminò una serie di playoff che furono caratterizzati dalle lamentele sull'operato degli arbitri.

Il capo-allenatore dei Seahawks Mike Holmgren alimentò il dibattito tornando a Seattle, dicendo durante una parata dei Seahawks: "Sapevamo che sarebbe stata dura affrontare i Pittsburgh Steelers. Quello che non sapevo è che inoltre dovevamo anche affrontare i tizi con le maglie a righe." Al Michaels, qualche mese dopo, durante una gara del Sunday Night Football commentò:, "Il fatto che Holmgren non fu multato per quella dichiarazioni mi suona ancora strano."

Prima di incontrarsi coi media dell'area di Seattle sui nuovi cambiamenti delle regole dell'NFL, l'arbitro Bill Leavy inaspettatamente si scusò coi Seahawks per i suoi errori nel Super Bowl XL: "Fu una cosa dura per me. Sbagliai due chiamate nel quarto periodo ed influii nella gara in un modo in cui un arbitro non vorrebbe mai fare. Ciò mi fece trascorrere diverse notti insonni in cui ci pensai costantemente. Andrò nella mia tomba sperando di essere stato migliore. So di aver fatto del mio meglio in quel momento ma ciò non è stato abbastanza. Quando sbagliamo, dobbiamo conviverci. È una cosa con cui tutti gli arbitri hanno a che fare ma sfortunatamente quando ti capita in un Super Bowl è difficile."

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ "Kansas City Star Article".
  2. ^ "Seattle Post Intelligencer Article".

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Altri progettimodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sport







Creative Commons License