Tariffazione telefonica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il criterio di tariffazione adottato in Italia fino al 1999 dalla SIP prima e da Telecom Italia poi era a scatti anticipati: lo scatto è una unità di tempo e valore variabile a seconda della tipologia di chiamata (urbana, interurbana, interdistrettuale, internazionale, a cellulari). La tariffazione a scatti prevedeva anche uno scatto alla risposta, quindi della durata di zero secondi. Tale sistema è utilizzato per le telefonate da telefoni pubblici.

Altro sistema è la tariffazione a secondi: viene addebitato il pagamento degli effettivi secondi di conversazione. La maggior parte delle compagnie di telefonia fissa in Italia utilizza un sistema misto, cioè scatto alla risposta e tariffazione a secondi oppure le cosiddette offerte flat (ingl: piatto) che, a fronte di costi fissi, che danno la possibilità di effettuare in modo illimitato una determinata tipologia di chiamate (locali, ai telefoni fissi delle utenze domestiche, ecc.) mentre più variegata appare l'offerta dei piani tariffari di telefonia mobile.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License