Telefonia pubblica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La telefonia pubblica è una tipologia di accesso ad una rete telefonica pubblica, in particolare una tipologia di accesso dell'utente finale.

Nella telefonia pubblica l'accesso alla rete telefonica e l'apparecchio telefonico (di norma telefono, più raramente fax) utilizzati dall'utente finale sono entrambi di proprietà del proprietario della rete telefonica e non riservati ad uno specifico utente finale ma a disposizione in luoghi pubblici (bar, ristoranti, stazioni ferroviarie, strade, piazze, ecc.) di chiunque voglia farne uso. L'accesso alla rete telefonica inoltre è realizzato attraverso un cavo per telecomunicazioni, la telefonia pubblica serve infatti solo punti geografici fissi in modo del tutto simile alla telefonia fissa.

La telefonia pubblica si contrappone alla telefonia fissa e alla telefonia mobile che sono invece entrambe una tipologia di accesso privato ad una rete telefonica, cioè l'accesso alla rete telefonica è di proprietà dell'utente finale oppure è ad esso riservato dal proprietario dell'accesso o, eventualmente, da chi ha in gestione l'accesso.

In passato la telefonia pubblica era fortemente diffusa in quanto permetteva di accedere alla rete telefonica generale lontano dalla propria abitazione o dal luogo di lavoro, i luoghi serviti dalla telefonia fissa. Oggi la diffusione della telefonia pubblica è stata drasticamente ridotta dall'ampia diffusione della telefonia cellulare in quanto in grado di soddisfare anch'essa (e in modo migliore) tale necessità.

Apparecchi telefonici per l'utente finalemodifica | modifica sorgente

Di seguito sono elencate le tipologie di apparecchi telefonici per l'utente finale utilizzati nella telefonia pubblica.

Telefoni:

  • telefono pubblico.

Altre tipologie di apparrechi telefonici:

  • fax pubblico.

Il telefono pubblico e il fax pubblico possono essere trovati in luoghi pubblici, eventualmente all'interno della cosiddetta "cabina telefonica", e non sono destinati ad un uso in mobilità, sono infatti connessi alla rete telefonica pubblica attraverso un cavo per telecomunicazioni.

Modalità di pagamento dei servizi telefonicimodifica | modifica sorgente

In passato per pagare i servizi telefonici di telefonia pubblica si usava il gettone telefonico. Oggi è stato sostituito dalle normali monete in metallo e dalle schede telefoniche. Una caratteristica importante nella gestione dei mezzi di pagamento consiste nell'evitare le frodi, ciò nell'interesse del gestore telefonico. Le frodi si possono distinguere in due categorie: l'utilizzo di monete false e il tentativo di recupero delle monete vere dopo aver effettuato la conversazione. Per quanto riguarda il primo caso i costruttori hanno sviluppato dei dispositivi molto sofisticati che sono in grado di riconoscere attraverso le caratteristiche fisiche delle monete (spessore, diametro, tipo di materiale, etc..), se esse sono vere o false. Per quanto riguarda il secondo caso, all'interno del telefono sono disposti tutta una serie di sensori che controllano il percorso della moneta. Il microprocessore del telefono riceve i segnali ed è in grado di determinare se la moneta esegue il percorso corretto o no. In quest'ultimo caso deduce che è in corso una frode e mette fuori servizio il telefono, inviando un allarme alla centrale di controllo. Ovviamente occorre anche proteggere l'incasso, utilizzando contenitori antieffrazione.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

telefonia Portale Telefonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di telefonia







Creative Commons License