Teramo Basket

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teramo Basket
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Logo Teramo Basket.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kit body blankshoulders.png
Kit body basketball.png
Kit shorts blanksides.png
Kit shorts.svg
Casa
Kit body redshoulders.png
Kit body basketball.png
Kit shorts redsides.png
Kit shorts.svg
Trasferta
Colori sociali Bianco e Rosso.svg Bianco e rosso
Simboli Orso
Inno Conquista la vittoria
Maloma
Dati societari
Città Teramo
Paese Italia Italia
Confederazione FIBA Europe
Federazione FIP
Fondazione 1973
Scioglimento 2012
Denominazione Teramo Basket
1973-2012
Presidente Italia Aniello Raffaele Pellecchia
Palazzetto PalaScapriano
(3.559 posti)
Sito web www.teramobasket.it
Palmarès
Titoli nazionali Scudetto.svg Campione d'Italia LNP (2002)

Il Teramo Basket è stata la società professionistica di pallacanestro della città di Teramo. Ha militato dalla stagione 2003-04 alla stagione 2011-12 nella Serie A, la massima categoria di basket italiana.

Storiamodifica | modifica sorgente

Fu fondata da Paolo Antonetti il 5 novembre 1973 con la denominazione AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport) Teramo, per curare l’attività giovanile e diffondere la cultura della pallacanestro. La collaborazione di tanti appassionati e professionisti consente che gli anni ’70 e ’80 siano già pieni di successi in campo provinciale e regionale.

Dopo parecchi campionati disputati a livello regionale e dopo aver curato molto i vari settori giovanili, finalmente la Teramo Basket nel campionato 1992-1993 raggiunge la promozione al suo primo campionato nazionale di Serie C1.

Il 1996-1997 è la prima stagione in B1, ottenuta con Franco Gramenzi come allenatore. La squadra ottiene la salvezza.

Nel campionato 1997-1998 l'allenatore diventa Bruno Impaloni, teramano, già allenatore delle giovanili locali negli anni 80. La prima squadra accede ai play-off per la promozione in serie A2. L'anno successivo la squadra si attrezza per cercare il salto di categoria ma l'avventura si interrompe ai quarti di finale contro Scafati.

Nel 1999 l’Avv. Carlo Antonetti assume la presidenza della società e inizia ad elaborare un sogno, al limite della follia, ma che diventa progetto organico con la stagione 2001-02: raggiungere la Serie A.

La stagione 1999-00 però è una stagione problematica. La squadra è composta di molti giovani e a metà stagione la situazione è nera: ultimo posto. Il cambio di allenatore (arriva Marcello Perazzetti) e qualche nuovo inserimento in campo portano ad un grandissimo girone di ritorno che garantisce a Teramo un nuovo accesso ai play-off per la Serie A2. Perde al primo turno con Rieti (di Franco Gramenzi).

Lo stesso Gramenzi torna a Teramo per la stagione 2001-02.

Nel 2002-03, la squadra viene promossa in Serie A.

Teramo nei primi anni di militanza nella massima categoria compie campionati di medio-basso profilo arrivando sempre a centrare l'obiettivo principale ovvero quello della salvezza; tra i biancorossi intanto militano giocatori di grande qualità tra tutti spicca Clay Tucker che nella stagione 2007-08 compie grandi prestazioni per poi trasferirsi al Khimki in Russia.

Il 2009-10 vede la prima partecipazione ad una rassegna continentale: superato l’Apoel Nicosia nei preliminari, i biancorossi fanno bella figura nella Regular Season di Eurocup, giocandosi fino all’ultimo la qualificazione alle Last 16.

Stagione 2008-2009modifica | modifica sorgente

La stagione 2008-09 si rivelerà la migliore di sempre nella storia della Teramo Basket. La squadra allenata dal coach Andrea Capobianco è artefice di una stagione "con i fiocchi" che, escludendo la Montepaschi Siena, dopo la semifinale di Coppa Italia, ha visto i bianco-rossi lottare fino all'ultima giornata per le massime posizioni del campionato. Grazie alla vittoria nell'ultima partita contro la Fortitudo Bologna, che obbliga quest'ultimi alla retrocessione in A2, si aggiudica il 3º posto finale. Nei play-off l'avversario è la Armani Jeans Milano, giunto sesto in campionato, nel debutto storico ai Play-off il 18 maggio 2009 al PalaScapriano di Teramo la squadra di coach Andrea Capobianco viene sconfitta, stessa sorte si ha in Gara2 al PalaLido di Milano ove Teramo viene sconfitto solo all'ultimo punto per 83-82; in Gara3 i biancorossi si aggiudicano la loro prima partita nei Play-off battendo di 7 punti i lombardi dell'Aj Milano; in Gara4 con un canestro all'ultimo secondo di Mindaugas Katelynas, Teramo viene sconfitta ed esce dalla lotta scudetto. Il piazzamento del campionato, ad ogni modo, consente a Teramo di entrare nella successiva Eurocup, passando dai preliminari.

Stagione 2010-2011modifica | modifica sorgente

La stagione 2010-11 si rivela essere la peggiore nella storia recente della Teramo Basket. A causa di acquisti estivi oltre le aspettative, la squadra non riesce ad avere un organico competitivo per l'inizio di campionato. Dopo sei partite ancora senza vittoria, la società esonera Andrea Capobianco, l'eroe delle due stagioni precedenti, sostituendolo con Alessandro Ramagli. La compagine reagisce anche grazie ad un mercato di riparazione e nella seconda parte di campionato, con un andamento da squadra di playoff, riesce alla penultima giornata, ad evitare matematicamente l'ultimo posto che sancisce la retrocessione diretta, salvo poi perdere la gara decisiva contro la Virtus Bologna classificandosi al penultimo posto. La società però si impegna subito per pagare la wild card per la permanenza nella massima serie, versando la cifra il 10 giugno 2011.

Pellecchia rileva il Teramomodifica | modifica sorgente

In una nota ufficiale della società del 30 giugno 2011 si legge: "Questa mattina il gruppo capeggiato dal Vice Presidente della Teramo Basket Lino Pellecchia, ha acquistato il 100% delle quote della società. Ne fanno parte lo stesso Lino Pellecchia, Antonio Pellecchia, e i fratelli Alfredo e Lucio Capasso. La Teramo Basket Srl, inoltre comunica di aver provveduto ad effettuare, sempre nella giornata odierna, i pagamenti di tutte le scadenze federali, previste per il 30 giugno 2011, relative all’iscrizione al prossimo campionato 2011-12. ". A seguito di tale annuncio, nuovo presidente della società è divenuto Corrado Pellanera, che oltre a essere una gloria della pallacanestro teramana e azzurra, è coetaneo e amico di vecchia data di Lino Pellecchia. Il passato presidente Carlo Antonetti, esce di fatto di scena dalla dirigenza della società biancorossa lasciando la proprietà in mano al nuovo gruppo capeggiato dal vecchio vicepresidente.

Finita la stagione, il Consiglio Federale, sentita la relazione della Comtec e delle Leghe professionistiche riconosciute, ha dato parere negativo per l’ammissione al campionato professionistico 2012-13 di Serie A della società Teramo Basket Srl.

La scomparsamodifica | modifica sorgente

Alla fine del campionato 2011-12 la nuova dirigenza del Teramo Basket non riesce a fronteggiare i problemi economici derivanti dalla gestione precedente e non si iscrive al campionato di serie A1 2012/13, come non si iscrive in nessun campionato.

In tal modo, da agosto 2012, il Penta Basket Teramo ed il Basketball Teramo divengono le uniche società cittadine con squadre senior. Giocano, entrambe, la serie CRegionale.

Cronistoriamodifica | modifica sorgente

Cronistoria recente del Teramo Basket
  • 1973: Viene fondato il Teramo Basket.



modifica | modifica sorgente

Logo Teramo Basket.png
Le denominazioni legate allo sponsor principale in Serie A
  • Teramo Basket (2003/2004)
  • Navigo.it Teramo (2004-2006)
  • Siviglia Wear Teramo (2006-2008)
  • Banca Tercas Teramo (2008-2012)
  • Groupama Teramo (2009-2010) in Eurocup


Allenatorimodifica | modifica sorgente

Logo Teramo Basket.png
Gli allenatori del Teramo Basket in Serie A

Giocatorimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Cestisti della Teramo Basket.

Numeri ritiratimodifica | modifica sorgente

  • Alla fine della stagione 2003-2004 di Serie A della squadra, dopo due anni di militanza nel club, è stata ritirata la maglia numero 20 indossata da Mario Boni.
  • In occasione del primo ritorno a Teramo da avversario di Giuseppe Poeta con la casacca della Virtus Bologna il 16 gennaio 2011, è stato ufficializzato il ritiro della maglia numero 8 da lui indossata nella società biancorossa per quattro stagioni.

8 Italia Giuseppe Poeta PM (2006-2010)

20 Italia Mario Boni AP (2002-2004)

Riconoscimenti individualimodifica | modifica sorgente

Riconoscimenti individuali assegnati ai giocatori, allenatori e dirigenti della Teramo Basket

MVP girone andata Campionato Italiano

2009 - Giuseppe Poeta Italia

Coach dell'anno Serie A

2009 - Andrea Capobianco Italia

Premio "Pietro Reverberi" Categoria Giocatore

2008 - Giuseppe Poeta Italia

Premio "Pietro Reverberi" Categoria Allenatore

2009 - Andrea Capobianco Italia

Premio "Pietro Reverberi" Categoria "Premio speciale per il contributo fornito al basket italiano"

2010 - Carlo Antonetti Italia

Rose e stagioni della Teramo Basketmodifica | modifica sorgente


Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

pallacanestro Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro







Creative Commons License