Tommaso Baldini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tommaso Baldini (Firenze, 24 novembre 1870Pescia, 2 dicembre 1925) è stato un pittore e restauratore italiano.

Nato da una famiglia originaria del borgo di Fibbialla, sulla montagna di Pescia, compì gli studi all'Istituto tecnico e, poi, all'Accademia di Belle arti di Firenze, ove conobbe il celebre pittore Giovanni Fattori, di cui fu discepolo. Nel 1889, espose le sue prime opere pittoriche a Firenze, in seguito a Venezia, per più occasioni.

Fu un attivo restauratore di opere d'arte antiche, tra cui gli affreschi nel Cappellone degli Spagnoli a Firenze e nel Palazzo comunale di San Gimignano. Lavorò pure nel Duomo di Massa Marittima, in palazzi e chiese di Siena e nel Duomo di Pisa.

Morì a Pescia, dove stava eseguendo i lavori di restauro agli affreschi quattrocenteschi della Chiesa monumentale di S. Francesco.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • AA.VV. , Bollettino senese di storia patria, Volumi 30-32, edito a cura dell'Accademia degli Intronati, Siena, 1923
  • AA.VV., Rivista d'arte, Volume 20, Editore Leo S. Olschki, Firenze, 1938
  • AA.VV., Dizionario enciclopedico dei pittori e degli incisori italiani dall' XI al XX secolo, Volume 9, Mondadori, Milano, 1972

Di Bene Alessio Fibbialla in Biagini Publio Valleriana e Alta Val di Forfora. 18 itinerari storico-naturalistici a misura d'uomo, Vellano 2007

Di Bene Alessio Fibbialla ai fibbiallini (la storia di Tomaso Baldini) in Valdinievole...tempo scaduto a cura di Biagini Publio, Vellano 2011








Creative Commons License