Tommaso Coccione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tommaso Coccione (Poggiofiorito, 2 gennaio 19058 luglio 1941) è stato un musicista, fisarmonicista e compositore italiano.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Espatriò per gli Stati Uniti d'America dove iniziò a studiare musica con i più importanti maestri di Seattle (Washington) e ben presto divenne uno dei migliori fisarmonicisti dell'epoca. Fece parte di importanti orchestre e tenne diversi concerti nei più noti teatri americani, sia come solista che insieme ai fratelli Pietro e Guido Deiro, ritenuti i pionieri della fisarmonica. Ritornò in Italia negli anni trenta, nel periodo più felice del folclore abruzzese e, con la sua arte e con le struggenti melodie del suo strumento, riuscì a trasmettere alla canzone popolare un nuovo messaggio musicale, intriso di un sentimento di dolcezza e di gioia. Fu per queste ragioni che il Guido Albanese lo volle, per interpretare le canzoni della Maggiolata ortonese del 1938. Nello stesso anno si esibì, insieme al Coro di Poggiofiorito, a Roma in occasione della visita di Hitler nella capitale, suonando come solista e dirigendo un'orchestra di circa 300 fisarmoniche. Nel 1939 partecipò al film Torna caro ideal sulla vita di Francesco Paolo Tosti. Si dedicò all'insegnamento a Poggiofiorito (Chieti) e nel 1940, a Roma, venne chiamato da un'importante casa musicale. Colpito da un'improvvisa e grave malattia morì all'età di 36 anni, l'8 luglio 1941.

Operemodifica | modifica sorgente

Incise composizioni di musica leggera nel luglio 1928 a Detroit presso la casa discografica OKEH tra le quali il famoso valzer Napoli sempre canta conosciuto come il Valzer di Coccione. Le sue opere recuperate tramite alcuni allievi sono state pubblicate [1] su Internet. Fra le più originali si distinguono: *Orgia, una sinfonia;

  • Messa Solenne, per tre voci maschili e organo;
  • Voci d'Italia, una marcia per banda.
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License