Tommaso Masini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tommaso Masini, noto anche come Zoroastro da Peretola (... – ...), fu un amico e collaboratore di Leonardo Da Vinci, vissuto a cavallo tra il XV secolo e il XVI secolo.

Non si conosce molto sulla sua vita, se non che era nato nel borgo di Peretola e che era figlio di un ortolano, anche se affermava di essere il figlio illegittimo di un nobile; in effetti alcuni lo avrebbero identificato con Tommaso Masini, figlio naturale di Bernardo Rucellai. Si sa tuttavia che nell'anno 1482 il Masini, con Atalante Migliorotti (un musico, che in seguito avrebbe operato presso la corte di Isabella d'Este), uscito da Firenze in compagnia di Leonardo Da Vinci, con il quale aveva stretto una grande amicizia, scortò il Maestro nel viaggio che li condusse tutti e tre presso la corte sforzesca di Milano,ove Zoroastro fu impiegato come meccanico e "mago".

Nel 1505 Tommaso era di nuovo a Firenze con l'amico artista, come preparatore dei colori per il celebre affresco "La battaglia di Anghiari" (andato poi perduto), e in quegli anni avvenne il fatto che avrebbe dovuto rendere famoso Tommaso, ovvero il "collaudo" della "macchina per volare" ideata da Leonardo. Egli accettò infatti di lanciarsi dal Monte Ceceri, presso Fiesole, con l'attrezzo ideato dall'amico. La macchina planò per 1000 metri prima di atterrare bruscamente in località Camerata. Il "pilota" Masini riportò una frattura alle gambe. È stato il primo esperimento di volo ad essere stato documentato (dallo stesso Leonardo) nel Codice sul volo degli uccelli.

Altri scrittorisenza fonte raccontano che Tommaso Masini era vegetariano (e pare che trasmettesse all'amico Leonardo questa caratteristica) e che si dilettasse di scienze occulte. Non si hanno ulteriori informazioni, salvo che fu ancora a Firenze intorno al 1530 e che morì a Roma, sembra per colera.

Controllo di autorità VIAF: 42894956








Creative Commons License