Toni Fabris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Toni Fabris (Bassano del Grappa, 10 maggio 1915Bassano del Grappa, 29 agosto 1989) è stato uno scultore italiano.

Attivo a Milano tra la fine della seconda guerra mondiale e i primi anni ottanta del novecento. Studia all'accademia di Brera sotto la guida di Francesco Messina. Dopo la guerra e la prigionia si presenta con una personale nel Salone dell'Illustrazione Italiana a Milano. Negli anni seguenti riprende esperimenti di scultura animata già iniziati negli anni trenta. Nel 1962 seconda personale nella galleria Minima Toninelli. Nel marzo del 1963 espone nella galleria D'Eendt di Amsterdam. Nel 1965 è al Kunstmuseum di Winterthur. Nel 1966 è invitato con un gruppo di opere alla XXXIII Biennale di Venezia. Nel 1969 espone alla galleria Traverso di Milano.

Fabris.jpg

Esposizionimodifica | modifica sorgente

  • Salone dell'Illustrazione Italiana, Milano, 1952.
  • Galleria Minima Toninelli, Milano, 1962.
  • Galleria D'Eendt, Amsterdam, 1963.
  • Kunstmuseum, Winterthur, 1965.
  • XXXIII Biennale Internazionale d'Arte, Venezia, 1966.
  • Palazzo della Gran Guardia, Verona, 1966.
  • Galleria Traverso, Milano. 1969.
  • Galleria Spazio Temporaneo, Milano, 1990.
  • "Riflessioni sulla scultura", Galleria Schubert, Milano, 2010.

Operemodifica | modifica sorgente

  • 1938 Tre esperimenti di sculture animate, film 35 mm b/n.
  • 1949 Gli uomini sono stanchi, cortometraggio a colori.
  • 1959 Superficie liberata, bronzo; Incontro, bronzo.
  • 1960 Strutture verticali, bronzo; Espansione, cemento.
  • 1961 Piccola scultura, bronzo; Strutture inflesse, bronzo; Vittoria A, bronzo; Ritmo K P, bronzo.
  • 1962 Tensione verticale, bronzo; Rottura, bronzo; Strutture contenute, bronzo e marmo.
  • 1963 Bozzetto X, bronzo; Apertura contrastata, bronzo; Gotico A, bronzo; Gotico B, bronzo.
  • 1964 Sviluppo obliquo, legno di tiglio; Forma nascente, legno di cembro; Turbine, rame; Barocco, bronzo; Scultura ovale, bronzo; Immagine, bronzo; Contatti, bronzo.
  • 1965 Metropoli, bronzo; Perla nera, bronzo; Alveolo, bronzo dorato; Doña Sol, bronzo; Contrasti, bronzo; Formazione I, bronzo; Volo, bronzo; Crescita A, bronzo; Notte X, bronzo.
  • 1966 Formazione II, rame; Formazione III, bronzo; Crescita B, bronzo; Feticcio, bronzo.
  • 1967 Crescita strutturale, bronzo; Piccola strutturazione, bronzo; Bozzetto R, bronzo; Piccola formazione, alluminio; Medioevo, bronzo; Grande formazione, cera.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Beniamino Joppolo, Toni Fabris, catalogio della mostra personale nella galleria della Illustrazione Italiana, Milano, 1952.
  • Agnoldomenico Pica, Arte e artisti. Dai paesaggi capresi agli auguri di Milano, Milano, 1952.
  • Emilio Tadini, Toni Fabris, catalogo della mostra personale nella galleria Minima Toninelli, Milano, 1962.
  • Emilio Tadini, T. Fabris en F. Francese, catalogo della mostra di Toni Fabris e Franco Francese, Galerie d'Eendt, Amsterdam, 1963.
  • Marco Valsecchi, Fünf Mailänder Künstler, catalogo della mostra di Toni Fabris, Franco Francese, Umberto Milani, Luciano Minguzzi, Ennio Morlotti, Kunstmuseum, Winterthur, 1965.
  • Marco Valsecchi, Sei artisti milanesi 1960-1965, catalogo della mostra di Bruno Cassinari, Agenore Fabbri, Toni Fabris, Franco Francese, Umberto Milani, Ennio Morlotti nel Palazzo della Gran Guardia, Verona, 1966.
  • Agnoldomenico Pica, Toni Fabris - Sculture dal 1959 al 1967, Edizioni del Milione, Milano, 1968.
  • Francesco Tedeschi, "Toni Fabris", catalogo della mostra nella galleria Spazio Temporaneo, Milano, 1990

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License