Torre di Mosto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torre di Mosto
comune
Torre di Mosto – Stemma
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Venezia-Stemma.png Venezia
Sindaco Camillo Paludetto (centrodestra) dal 28/03/2010
Territorio
Coordinate 45°41′00″N 12°43′00″E / 45.683333°N 12.716667°E45.683333; 12.716667 (Torre di Mosto)Coordinate: 45°41′00″N 12°43′00″E / 45.683333°N 12.716667°E45.683333; 12.716667 (Torre di Mosto)
Altitudine 2 m s.l.m.
Superficie 38,02 km²
Abitanti 4 758[2] (31-12-2010)
Densità 125,14 ab./km²
Frazioni Sant'Anna di Boccafossa, Staffolo

Località: Sant'Elena, Senzielli, Tezze[1]

Comuni confinanti Caorle, Ceggia, Cessalto (TV), Eraclea, San Donà di Piave, San Stino di Livenza
Altre informazioni
Cod. postale 30020
Prefisso 0421
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 027041
Cod. catastale L267
Targa VE
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 649 GG[3]
Nome abitanti torresani
Patrono san Martino di Tours
Giorno festivo 11 novembre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Torre di Mosto
Posizione del comune di Torre di Mosto nella provincia di Venezia
Posizione del comune di Torre di Mosto nella provincia di Venezia
Sito istituzionale

Torre di Mosto (Tore de Mosto in veneto) è un comune italiano di 4.758 abitanti[4] della provincia di Venezia.

Storiamodifica | modifica sorgente

Epoca romanamodifica | modifica sorgente

Il territorio di Torre di Mosto, in epoca romana, era quasi totalmente paludoso, e marginalmente interessato dal passaggio della strada consolare Via Annia, costruita nel 131 a.C., che collegava Roma ad Aquileia. Attorno al V secolo, lungo il fiume Livenza una "turris" di a difesa dalle scorrerie dei barbari minacciantiti da nord. Fu proprio col la discesa delle popolazioni barbare dei longobardi che Torre fu stabilmente abitata dagli abitanti fuggiti dalla romana Oderzo. Poco più a sud fondarono Heraclia, poi Eraclea, che divenne ben presto ricca e popolosa grazie ai commerci via acqua.

Medioevomodifica | modifica sorgente

Al termine del VII secolo la zona, sempre più malsana, entrò nell'orbita della nascente Serenissima, e divenne a vocazione agricola. I contadini edificarono un borgo presso l'antica cappella dedicata a San Martino e una seconda robusta torre fu eretta dai dogi a difesa di Heraclia. Nel 1411 il villaggio di "Torre" fu distrutto e la torre rasa al suolo dagli Ungari, ma il tutto fu ricostruito grazie ai nobili veneziani Da Mosto, proprietari terrieri di quei luoghi. Da allora la zona iniziò ad essere chiamata "Tor da Mosto"

Epoca modernamodifica | modifica sorgente

A partire dal 1815, sotto la dominazione austriaca, si sviluppò la navigazione fluviale, grazie alla quale si provvide a sistemare definitivamente gli argini della Livenza bonificando, così, l'intera area, che ebbe vigoroso e definitivo impulso sotto il regno d'Italia fino alla prima guerra mondiale.

Societàmodifica | modifica sorgente

Evoluzione demograficamodifica | modifica sorgente

Abitanti censiti[5]

Amministrazionemodifica | modifica sorgente

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2005 2010 Alessandra Cigana centrosinistra Sindaco
2010 in carica Camillo Paludetto centrodestra Sindaco

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Comune di Torre di Mosto - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Fonte: ISTAT - Bilancio demografico al 31/12/2010 [1].
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.







Creative Commons License