Trasporti in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Italia.

La rete dei trasporti in Italia comprende le seguenti infrastrutture: 156 porti, una rete ferroviaria di 19.472 km, una rete stradale (strade statali, regionali, provinciali, comunali) di 837.493 km, una rete autostradale di 6.532 km e 98 aeroporti[1].

Sistema ferroviariomodifica | modifica sorgente

Ferroviemodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ferrovie italiane e Ferrovia dismessa#Ferrovie dismesse in Italia.
  • totale: 19.394 km, sono incluse la Sardegna e la Sicilia.
  • a scartamento standard: 18.071 km con uno scartamento di 1,435 m; le Ferrovie dello Stato operano su 16.014 km di binari standard (elettrificati 11.322 km)
  • a scartamento ridotto: 112 km con uno scartamento di 1,000 m, tutti elettrificati; 1.211 km con uno scartamento di 0,950 m dei quali 153 km sono elettrificati. (1998)

Trenitalia SpA è l'azienda delle Ferrovie dello Stato (FS) che si occupa del trasporto di passeggeri in Italia. Rete Ferroviaria Italiana Spa è l'azienda delle FS che si occupa della gestione e del potenziamento dell'infrastruttura ferroviaria nazionale.

Esistono altre società ferroviarie, dette ferrovie in concessione.

Ferrovie AV-ACmodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Alta velocità ferroviaria#Italia.

Linee alta velocità attive:

Linee alta velocità in progetto o costruzione:

Sistemi di metropolitanamodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metropolitana in Italia.

Sistemi di ferrovie urbane, metropolitane e suburbanemodifica | modifica sorgente

In costruzione:

Collegamenti ferroviari con paesi confinantimodifica | modifica sorgente

Sono attivi collegamenti ferroviari con tutti i paesi confinanti, escluso San Marino.

Stazionimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Grandi Stazioni e Centostazioni.

Le stazioni della rete ferroviaria italiana sono gestite da diverse società.

Per le stazioni più grandi di RFI è stata istituita la Grandi Stazioni che si occupa del loro rinnovamento (400 milioni di euro) e manutenzione.
Un'altra azienda, chiamata Centostazioni, si occupa della riqualificazione e gestione di 103 stazioni più piccole di RFI. Le altre stazioni di RFI sono gestite direttamente da RFI.

Le stazioni non di RFI sono gestite dalle ferrovie in concessione.

Sistemi ettometricimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sistema ettometrico#I sistemi ettometrici in Italia.

Funicolarimodifica | modifica sorgente

People movermodifica | modifica sorgente

Esistono diversi altri impianti ettometrici in Italia come ad esempio ascensori pubblici e tappeti mobili.

Sistemi tranviarimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Linee tranviarie italiane.

Elenco di città con un sistema tranviario:

Sistemi tranviari in costruzione:

Moltissimi sistemi tranviari sono stati soppressi nei decenni scorsi.

Sistemi filoviarimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Linee filoviarie italiane.

In costruzione:

Moltissimi sistemi filoviari sono stati soppressi nei decenni scorsi.

Trasporto pubblico urbanomodifica | modifica sorgente

Praticamente tutte le città di medie e grandi dimensioni possiedono una rete urbana di autobus gestita dalle diverse società.

Venezia, per ovvie ragioni, invece possiede una rete di linee di navigazione.

Sistema stradale e autostradalemodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Autostrade in Italia e Strade statali in Italia.
Indicazioni generali limiti velocità in Italia.
  • totali: 654.676 km (1998)

Tutte le autostrade italiane sono asfaltate.

Le strade sono classificate sia dal punto di vista amministrativo (strada statale, strada regionale, strada provinciale e strada comunale) sia dal punto di vista tecnico-costruttivo (cat. B, cat. C, cat. D e E).

Le autostrade sono di categoria A e gestite o dall'ANAS o da società firmatarie di convenzioni con l'ANAS stesso.

La nomenclatura delle strade prevede che esse siano identificate dalle sigle: A, SS, SR, SP, SC seguite da un numero.

Portimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Porti d'Italia.

Il principale porto italiano è quello di Genova.

Aeroportimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Aeroporti in Italia.

I principali aeroporti italiani sono: Milano Malpensa, nel nord, Roma Fiumicino, nel centro e Catania Fontanarossa nel sud.

Al 2004 ne risultano attivi 98 dei quali 19 con più di un milione di passeggeri nel 2004. Altri due aeroporti non sono operativi (Lecce, Mantova) mentre un altro è dismesso (Pontedera).[1]

Hubmodifica | modifica sorgente

Aeroporti con piste asfaltatemodifica | modifica sorgente

  • totale: 97

Lunghezza piste:

Aeroporti con piste non asfaltatemodifica | modifica sorgente

  • totale: 39

Lunghezza piste:

  • tra 1.524 e 2.437 m: 2
  • tra 914 e 1.523 m: 19
  • sotto 914 m: 18 (1999)

Compagnie aeree nazionalimodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Compagnie aeree italiane.

Le principali sono:

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ a b CNIT 2004

Altri progettimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License