Tullio Rossi (architetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tullio Rossi (Roma, 28 febbraio 1903Milano, 4 settembre 1997) è stato un architetto italiano. È uno dei più prolifici progettisti di nuove chiese nell’area romana.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Iscritto alla scuola di architettura della capitale, si laureò nel 1928, vincendo il premio Valadier per la miglior tesi di laurea di quell’anno. In seguito iniziò la sua attività nello studio di un altro grande architetto romano d’inizio secolo, Clemente Busiri Vici, con cui lavorò fino al 1930.

Messosi in proprio, focalizzò la sua attenzione nell’edilizia residenziale e religiosa. Realizzò tra il 1934 ed il 1938 diverse ville: a Roma la Villa Ricci Bartoloni sull'Appia Antica, la Villa Marchese Solaro del Borgo a Via di Vigna Murata, il Collegio Capranica alla Camilluccia, la Villa Cidonio sulla Via Cassia; in Italia, la Villa Falconi a Forte dei Marmi, la Villa Rizzani a Udine, la Villa Medioli a Cortina.

Santa Maria Janua Coeli di Tullio Rossi a Roma nel quartiere di Montespaccato in una foto del 1954

Nel 1945, a Firenze, fonda lo Studio San Giorgio con Pier Niccolò Berardi, con il quale vince il concorso per la ricostruzione del Ponte Vecchio; nel 1949 realizzò il Cimitero militare americano di Firenze.

A Roma lavorò in particolare alla realizzazione del piano paesistico dell’Olgiata e, in collaborazione col Vicariato di Roma, alla progettazione e costruzione di numerose chiese della Capitale.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie







Creative Commons License