V.90

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In telecomunicazioni V.90 è uno standard di comunicazione per modem sancito dall'ITU-T che fornisce un canale di trasmissione da utente a ISP a velocità di 33,6 kbps (upstream) e un canale di ricezione da ISP a utente a 56 kbps (downstream), quindi di tipo asimmetrico.

Descrizionemodifica | modifica sorgente

I modem V.90 sono connessi ad un segnale digitale da un lato e prevedono una sola conversione da digitale ad analogico. Fu sviluppato tra il marzo del 1998 ed il febbraio del 1999. È conosciuto anche come V.Last perché si dichiarò che non sarebbero stati sviluppati ulteriori standard di comunicazione per modem su linee POTS. In realtà alla fine del 1999 fu sviluppato lo standard V.92 per rimpiazzare il V.90.

Questo standard fu sviluppato per conciliare due standard concorrenti: l'X2 ed il K56flex, il primo introdotto dalla U.S. Robotics ed il secondo portato avanti da Lucent e Rockwell International. La presenza di due standard concorrenti era fonte di problemi sia per l'utente finale che per il fornitore del servizio perché entrambi dovevano adottare apparecchiature compatibili.

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

telefonia Portale Telefonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di telefonia







Creative Commons License