Versatile Multilayer Disc

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Disco ottico
DVD-R bottom-side.jpg


Il Versatile Multilayer Disc (abbreviato nell'acronimo VMD o HD VMD) è un supporto ottico sviluppato per la televisione ad alta definizione da parte della New Media Enterprises Inc.. È stato pensato per competere con l'HD DVD e il Blu-ray Disc, ma dopo l'abbandono del formato HD DVD, lo si pensa come un formato complementare al Blu ray e non alternativo.[1]

Nel marzo 2006 alla CeBIT, la NME da una dimostrazione di un prototipo di un lettore VMD e annuncia un'aspettativa di lancio del formato per il terzo quadrimestre dello stesso anno. Alla fiera del Custom Electronic Design & Installation Association del settembre 2007, la NME esibisce due lettori da lanciare nell'ottobre 2007. Il lancio avrebbe dovuto coincidere con il rilascio di 20 titoli cinematografici nel formato VMD; essi comprendevano produzioni di Icon Productions, Paramount Pictures, Walt Disney Pictures, New Line Cinema, Lionsgate e The Weinstein Company. Firmano inoltre un accordo con la compagnia di produzione di Bollywood Eros Group intenzionata a produrre 50 opere nel formato VMD.

Nel marzo 2007 si registrano un totale di film disponibili in formato HD-VMD di circa un centinaio titoli, in lingua inglese, francese, spagnola, portoghese, polacca e indiana.[2]

Caratteristichemodifica | modifica sorgente

Formato discomodifica | modifica sorgente

Il formato VMD usa approssimativamente 5GB per strato, simile allo standard del DVD, ma vi si possono applicare fino a 4 strati, raggiungendo una capacità di 20GB totali. [3] Il più raro supporto da 40 a 50GB è, rispettivamente, dotato di 8 e 10 strati[4] L'azienda produttrice annuncia inoltre la capacità di collocare fino a 20 strati per supporto, raggiungendo così una capacità di 100GB totali, senza perdita qualità nell'archiviazione dei dati. [5]

Formato contenutomodifica | modifica sorgente

Il formato HD VMD supporta filmati in risoluzione massima di 1920x1080p, pari a quella supportata dai Blu-ray disc e HD DVD. Il video è codificato in formato MPEG-2 e VC-1, per un bitrate massimo di 40 Mb/s, ricadendo tra il massimo bitrate del HD DVD (36 Mbit/s) e Blu-ray (48 Mbit/s). È prevista per il futuro la possibilità di supportare su dischi VMD filmati codificati in formato H.264.[6] Il formato HD VMD supporta fino al canale 7.1 Dolby Digital, Dolby Digital Plus, e uscita audio DTS, tuttavia non offre i codec audio surround del Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio.[7]

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ HD DVD è morto, viva HD VMD in Punto Informatico, 11 marzo 2008. URL consultato il 28/12/2008.
  2. ^ HD DVD è morto, viva HD VMD in Punto Informatico, 11 marzo 2008. URL consultato il 28/12/2008.
  3. ^ (EN) VMD Techonlogy. URL consultato il 28/12/2008.
  4. ^ (EN) Ryan Block, NME fleshes out 40GB HD VMD discs, hardware, still prepping for launch in EnGadget, 30 agosto 2007. URL consultato il 28/12/2008.
  5. ^ (EN) VMD Techonlogy. URL consultato il 28/12/2008.
  6. ^ (EN) Alan Stafford, PC World, 08 settembre 2008.
  7. ^ (EN) Alan Stafford, PC World, 08 settembre 2008.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

telematica Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete







Creative Commons License