Videogioco di ruolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una schermata di Tales of Trolls & Treasures, un gioco di ruolo gratuito

Un videogioco di ruolo, spesso abbreviato semplicemente in gioco di ruolo (GdR), è un tipo di videogioco che tradizionalmente usa elementi di gioco presi da giochi di ruolo "carta e penna". I videogiochi di ruolo moderni racchiudono una grande varietà di stili di gioco e di motori di gestione. Un altro acronimo usato per indicarli è CRPG (Computer Role Playing Game)

Elementi del gioco di ruolo si possono trovare anche nei videogiochi di strategia in tempo reale, negli sparatutto in prima persona, ed in alcuni altri tipi di videogiochi come i MMORPG. Comunque i videogiochi comunemente detti "giochi di ruolo" sono di solito limitati a giochi con un prospettiva dall'alto ed in alcuni casi in terza persona.

Generalitàmodifica | modifica sorgente

In generale i giochi di ruolo al computer sono un derivato di quelli "carta e penna", come Dungeons & Dragons. Per esempio la gran parte di essi assegna varie Caratteristiche, come punti ferita, punti magia e livelli. Questi giochi tendono a prendere in prestito anche la struttura narrativa di molti giochi di ruolo carta e penna: solitamente ad un gruppo di eroi (un party) viene assegnata una missione (dette solitamente quest) di qualche tipo. Nel corso del viaggio gli avventurieri affrontano continui attacchi di nemici e mostri (spesso ispirati alla mitologia reale).

Un tipico "schermo di stato" di un videogioco di ruolo, include il nome del personaggio, il suo ritratto, livello (Lv), punti ferita correnti/massimi (HP) e punti mana (magici) correnti/massimi. Altre informazioni includono statistiche di base ed il tipo di armi, armature ed equipaggiamento del personaggio/i.

I videogiochi di ruolo a volte comprendono trame complicate e sviluppo dei personaggi, mediante una grande quantità di statistiche, oggetti ed abilità. I giocatori devono di solito scegliere quale delle diverse possibili combinazioni, spesso attraverso classi, di queste cose acquisire per i loro personaggi per poter procedere e, se possibile, vincere il gioco.

Storiamodifica | modifica sorgente

I videogiochi di ruolo iniziarono come discendenti dei primi giochi stile Rogue su sistemi Unix, essi stessi ovviamente ispirati ai giochi di ruolo carta e penna, ma anche i MUD (Multi user dungeon) fornirono molti concetti ed idee al genere. I videogiochi di ruolo testuali si evolsero dalle avventure testuali, dai cloni di Rogue e dai Mud. Tra i primi ci fu Akalabeth: World of Doom (1980), che diede origine alla famosa serie di Ultima e dnd, sviluppato sul PLATO System.

I primi giochi delle serie Ultima e Wizardry sono forse quelli ad avere la più grande influenza sui videogiochi di ruolo ora popolari. Molte innovazioni di Ultima III: Exodus sono infine diventate praticamente standard per tutti i giochi di ruolo, sia per console (anche se in qualche maniera semplificate per adattarsi all'uso del joystick o del keypad) che per il mercato dei Personal computer

Il primo videogioco di ruolo è stato il titolo dell'Intellivision AD&D Treasure of Tarmin (1982). Molto più tardi, nel 1986, la Enix pubblicò Dragon Quest per il NES (intitolato Dragon Warrior nel Nord America). A questo seguirono in breve tempo adattamenti dei giochi per computer Wizardry e Ultima III, e da Final Fantasy (1987) della Square. Entrambi questi giochi si dimostrarono popolari e diedero vita ad una serie di seguiti, ancora oggi diffusi. Nel 1999 la Sony Computer Entertainment pubblica The Legend of Dragoon, considerato come uno tra i migliori GdR in assoluto.

Sia Dragon Quest, Final Fantasy e The Legend of Dragoon presero a prestito alcuni elementi da Ultima. Per esempio si può far riposare e guarire i personaggi sostando in una taverna o locanda, in modo da far recuperare loro tutte le forze. Lo stile di combattimento di Dragon Quest fu basato su quello di un altro gioco per Personal Computer: Wizardry.

Giochi modernimodifica | modifica sorgente

Recentemente sono comparsi sempre più videogiochi di ruolo multigiocatore. Per esempio Diablo (1996) è caratterizzato da un sistema che permette a giocatori differenti di entrare nello stesso mondo e di cooperare contro i nemici, scambiare l'equipaggiamento o, se lo desiderano, uccidersi a vicenda. I Massively multiplayer online role-playing games (MMORPGs), sono enormi mondi aperti con centinaia di partecipanti che interagiscono fra loro, tra i pionieri di questi giochi ci sono stati Ragnarok Online, Ultima Online, Lineage 2, EverQuest e Asheron's Call.

Una variante interessante è stato Pokémon, una serie di giochi la cui innovazione principale è stata di sostituire al gruppo di avventurieri delle creature che potevano essere catturate, collezionate ed addestrate per il combattimento. Il suo successo è stato fenomenale, ed ha dato vita a tutta una serie di prodotti derivati, inclusi altri giochi, cartoni animati, e un'intensa attività di merchandising di ogni genere di gadget.

Oggi il numero di appassionati del genere è talmente elevato che numerosi programmatori non professionisti si dilettano nella creazione di GDR freeware, spesso ottenendo ottimi risultati a volte persino migliori delle loro controparti commerciali.

Più recentemente l'avvento di giochi come Deus Ex e Warcraft III, ha cominciato a confondere i confini tra i videogiochi di ruolo ed altri tipi di videogiochi. Molti videogiochi non di ruolo stanno presentando sempre più elementi tradizionalmente appartenenti ai videogiochi di ruolo, come un sistema di abilità, esperienza e problemi da risolvere. Nel frattempo molti videogiochi definiti di ruolo, per esempio l'ultimo titolo della serie The Legend of Zelda, ignorano del tutto elementi tradizionali dei videogiochi di ruolo. L'espansione degli elementi tradizionali dei CRPG nei motori di gioco tridimensionali sta creando una miriade di categorie di gioco ibride.

La rappresentazione di elementi dei videogiochi di ruolo negli Sparatutto in prima persona (FPS) ed in quelli in terza persona (TPS) è indistinguibile da un gioco che incorpora semplicemente una storia con scene inserite e problemi tradizionali degli FPS e sviluppi per incorporare le caratteristiche usuali di costruzione del personaggio (come ottenere armi migliori). Con lo sviluppo ed incremento di caratteristiche negli FPS rimane da vedere se questi giochi continueranno a essere chiamati FPS (o TPS), creeranno una nuova categoria di giochi o adotteranno semplicemente il nome di videogiochi di ruolo.

Differenze culturalimodifica | modifica sorgente

A causa di differenze culturali tra le compagnie che sviluppano questi giochi, dipendenti dalla loro nazione di origine, esistono almeno due "famiglie" certe di CRPG grafici. Le differenze sono incentrate principalmente sulla grafica e sulla costruzione della trama, ma anche sul sistema di statistiche, magia ecc.. Al livello base sono abbastanza similari, con attributi, statistiche e livelli che dominano lo stile di gioco e personaggi e personalità che dominano lo sviluppo della trama.

La prima famiglia è quella giapponese dei videogiochi di ruolo grafici (per esempio le serie Final Fantasy, The Legend of Zelda, The Legend of Dragoon, Phantasy Star, Grandia, Lunar e Wild ARMs). Questi sono spesso più coloriti e brillanti delle loro controparti occidentali ed includono la tendenza orientale e miscelare fantasy e spiritualità. I personaggi in questi giochi sono spesso simili a quelli degli anime con personalità estreme. La trama spesso coinvolge una battaglia epica e definitiva tra le forze del bene e quelle del male, ed i personaggi sono quasi sempre alleati del bene. Le razze dei personaggi in questo tipo di giochi è di solito limitata ad una scelta di esseri umani, uomini/donne bestia, esper (simili agli elementali dell'universo di Dungeons & Dragons), elfi e androidi. I sistemi basati su D&D tra questi giochi sono al meglio molto rari. Generalmente usano un sistema di avanzamento da un livello minimo di 1, ad un livello massimo di 99, con possibilità di modificare i parametri del personaggio in quantità molto ridotta. La colonna sonora viene curata con particolare attenzione da artisti ed autori che sono diventati famosi anche a livello internazionale, come ad esempio Nobuo Uematsu.

L'altra famiglia di videogiochi di ruolo grafici è quella occidentale (per esempio Baldur's Gate, Diablo e Neverwinter Nights). Questi giochi sono spesso più oscuri di quelli orientali, quasi horror in stile e progetto, ed i personaggi presentati sono più variati di quelli delle loro controparti giapponesi, senza alcun assoluto reale in moralità. La trama è spesso più oscura, ed il tema principale è di solito una lotta in atto, praticamente quasi mai senza una vittoria definitiva sul nemico. Le razze fantasy sono diverse e generalmente ispirate dai romanzi scritti da Tolkien. Questi videogiochi di ruolo grafici di solito basano il loro sistema di statistiche su D&D D20 system, sebbene non sia inusuale l'uso di sistemi completamente differenti.

Il videogioco di ruolo Pokémon non fa parte di nessuna delle due famiglie.

Rapporti tra CRPG e giochi di ruolo tradizionalimodifica | modifica sorgente

Alle volte i CRPG sono trattati con sufficienza dai giocatori di giochi di ruolo "carta e penna". Ci sono diverse ragioni per questo, come per esempio la tendenza dei CRPG di enfatizzare semplicemente la costruzione di un personaggio potente in opposizione alla sua storia e motivazioni. Molti giocatori di GdR carta e penna lo considerano powergaming rispetto al "reale" gioco di ruolo.

Forse ancora più importante, è stato argomentato che è impreciso usare il termine "gioco di ruolo" per descrivere giochi che permettono di costruire un personaggio ma nel quale il giocatore non può prendere alcuna decisione significativa, cioè agire "in personaggio" ed influenzare significativamente sia la personalità del personaggio ed il progresso globale del gioco. In giochi come questi il giocatore non interpreta ma si limita semplicemente a prendere decisioni tattiche.

Mentre è vero che molti giochi sono pubblicizzati come forniti di "elementi di giochi di ruolo", questi sono completamente lineari, e non offrono opportunità di gioco di ruolo maggiori di quelle che si ottengono guardando un film o leggendo un libro; si deve anche far notare che questo non è vero per tutti i videogiochi di ruolo sul mercato. Anche se ovvie limitazioni tecniche e pratiche assicurano che un videogioco di ruolo non possa essere aperto e libero come i giochi di ruolo carta e penna, dove l'unica limitazione reale agli eventi che si svolgono è l'immaginazione dei partecipanti, è da far notare che diversi giochi permettono una considerevole varietà nei modi in cui procede la loro storia, a seconda delle decisioni del giocatore e delle caratteristiche del personaggio.

Date, comunque, le buone vendite di titoli di CRPG e in particolare dei MMORPG, le nuove edizioni di alcuni giochi di ruolo hanno preso in prestito alcune delle meccaniche dei CRPG, sebbene mantengano una complessità e varietà paragonabile comunque alle precedenti incarnazioni, come nel caso di D&D 4ª Edizione.

Cronologia dei CRPGmodifica | modifica sorgente

Nota: Questa non è una lista completa di tutti i videogiochi di ruolo per console o computer, ma una lista dei più significativi, influenti o conosciuti di tutti i tempi. Diversi titoli inizialmente rilasciati per Windows furono successivamente convertiti per il Mac o per console. Similmente diversi furono inizialmente prodotti per specifiche console e successivamente convertiti per altre console o per PC.

Cronologia dei videogiochi di ruolo per computermodifica | modifica sorgente

Cronologia dei videogiochi di ruolo per consolemodifica | modifica sorgente

Elenco di aziendemodifica | modifica sorgente

Segue una lista di produttori di videogiochi che si sono specializzati o che hanno creato CRPG degni di nota.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi







Creative Commons License