Virginio Orsini (cardinale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Virginio Orsini
cardinale di Santa Romana Chiesa
CardinalCoA PioM.svg
Nato 1615, Roma
Creato cardinale dicembre 1641 da papa Urbano VIII
Deceduto 21 agosto 1676

Virginio Orsini (1615Roma, 21 agosto 1676) è stato un cardinale italiano della Chiesa cattolica, nominato da papa Urbano VIII.

Biografiamodifica | modifica sorgente

Virgino Orsini nacque nel 1615, era zio di Pietro Francesco Orsini, futuro papa Benedetto XIII.
In gioventù rinunciò ai sui privilegi di nascita per entrare nell’Ordine dei Cavalieri di Malta e si distinse nella guerra contro i Turchi per il suo coraggio.
Fu nominato Cardinale da Urbano VIII nel dicembre del 1641. Ebbe dallo stesso Papa l’incarico di dirigere i lavori di costruzione delle nuove fortificazioni della Civitas Leonina, che inglobarono anche il quartiere di Trastevere allora non compreso nella cinta delle mura Leonine. Il 2 ottobre 1651 pose la prima pietra dell'Eremo di Montevirginio legato alla sua famiglia.
Fu Vescovo di Albano e venne nominato Cardinale di Frascati nel 1675.
Morì il 21 agosto 1676, lasciando ai posteri il ricordo di un Principe della Chiesa, benevolo, pio e gentile e alla famiglia moltissimi debiti.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente

Controllo di autorità VIAF: 57384889








Creative Commons License