Władysław Wróblewski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Władysław Wróblewski

Władysław Wróblewski (Cracovia, 1875Łódź, 1951) è stato un politico e diplomatico polacco, primo ministro della Polonia durante la prima guerra mondiale quando la Germania instaurò nel Paese una reggenza.

Il 4 novembre 1918, dopo la caduta del governo provvisorio di Józef Świeżyński, Wróblewski venne scelto dal Consiglio di reggenza come capo di un nuovo esecutivo che mantenne però gli stessi ministri del precedente.

L'ultima riunione del governo Wróblewski ebbe luogo l'11 novembre successivo, quando tutti i poteri vennero ceduti al maresciallo Józef Piłsudski, liberato il giorno prima dalla fortezza di Magdeburgo.

Il 18 novembre si formò il nuovo governo di Jędrzej Moraczewski e la reggenza cessò d'esistere: nasceva la repubblica di Polonia. Wróblewski rimase comunque all'interno della vita politica del Paese inizialmente come sottosegretario al Consiglio dei ministri e poi come ambasciatore a Londra e Washington. Dal 1929 al 1936 fu a capo della Banca di Polonia.

Predecessore Primo ministro della Polonia Successore Flag of Poland.svg
Józef Świeżyński 3 novembre 1918 - 14 novembre 1918 Ignacy Daszyński

Controllo di autorità VIAF: 25706963








Creative Commons License