Wikipedia:WikipediAhimsa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

WikipediAhimsa è una proposta di policy per Wikipedia, secondo cui si dovrebbe seguire l'ahimsa invece che la "violenza".

Principimodifica | modifica sorgente

Nel dubbio non cancellaremodifica | modifica sorgente

Ovvero, contribuisci verso una meta, non contro ciò che per te è errato. Se qualcuno inserisce un contenuto a tuo avviso poco chiaro o fuorviante, ripulisci quel lavoro fino a farlo splendere. La ripulitura può arrivare anche alla cancellazione, ma non dev'essere quest'ultima lo scopo della tua modifica.

Nel dubbio, non pensar male del prossimomodifica | modifica sorgente

Non etichettare la "roba" che non ti va come "vandalismo", "flame" o "fuffa". Piuttosto, tratta tutti come se pensassi che stessero tentando di portare un loro contributo, ed in effetti stessero contribuendo, anche se il loro contributo è poco chiaro. Presumi la buona fede.

Ricorda che il punto di vista neutrale (NPOV) è un traguardo collettivo, non raggiungibile dal singolomodifica | modifica sorgente

Se ti riesce, non dire che la "roba" che fai tu è NPOV. Tutti cercano di rendere le proprie voci il massimo del NPOV, perciò se dici che NPOV è ciò che stai facendo tu, automaticamente neghi che lo sia anche il lavoro altrui. Piuttosto, prova a comunicare agli altri utenti quali punti del loro contributo non convincono, e perché.

Adesione all'ahimsamodifica | modifica sorgente

Ecco la concezione principale (e più ampia) di ahimsa.

L'adesione all'ahimsa è tripartita: non fare il male, non farlo fare ad altri, non approvare il male fatto da altri.

Sembra sensato, no?

Vediamolo pezzo per pezzo:

  1. Non fare il male personalmente
    Questo si spiega da sé.
  2. Non far fare il male ad altri.
    Se fai fare il lavoro sporco ad un altro, sei ugualmente colpevole.
  3. Non approvare il male fatto da altri.
    Se qualcuno commette himsa (sopruso, violenza), non approvarlo – anche se magari condividi lo scopo cui tende la mala azione.

Tanta gente limita la propria sfera di responsabilità al primo di questi "comandamenti", ma dobbiamo sforzarci di far nostri tutti gli aspetti dell'ahimsa.

L'adesione all'ahimsa è sia proattiva sia reattiva, poiché postula la prevenzione e l'appropriata reazione al male fatto da noi e da altri.

Secondo i propri mezzimodifica | modifica sorgente

L'osservanza di ahimsa va praticata costantemente da ciascuno con le forze che ha.

Solo dai santi ci si aspetta che si comportino come tali.


Questo testo è la traduzione italiana di WikipediAhimsa su Meta








Creative Commons License