Yambo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enrico Novelli, in arte "Yambo"

Yambo, pseudonimo di Enrico de’ Conti Novelli da Bertinoro (Pisa, 5 giugno 1876Firenze, 29 dicembre 1943), è stato un giornalista, illustratore, scrittore e autore di fumetti italiano, noto soprattutto per i suoi libri per ragazzi. Personalità eclettica, è stato uno degli autori di spicco di letteratura popolare in italiano. Grazie alla sua produzione fantastico-avventurosa, pubblicata soprattutto nelle riviste, oltre che al suo film Un matrimonio interplanetario del 1910, è considerato inoltre uno degli anticipatori della fantascienza in Italia.[1]

Biografiamodifica | modifica sorgente

Di famiglia nobile - per la precisione, patrizio di San Marino - era figlio del grande attore Ermete Novelli. Iniziò la sua carriera come giornalista e illustratore: intorno al 1894 collaborava già a La Sera di Milano, dove per l'appunto inseriva i propri "pupazzetti", come li chiamava, a completamento dei propri pezzi. Pupazzetto fu anche il nome del mensile illustrato che fondò a Roma nel 1901. Collaborò inoltre a Il Novellino, prima di passare al quotidiano fiorentino La Nazione. Ha collaborato al settimanale satirico Numero edito tra il 1914 e il 1922 (n 57 del 24 gennaio 1915).

L'attività principale di Yambo fu tuttavia quella di scrittore per ragazzi. Il suo capolavoro resta probabilmente Le avventure di Ciuffettino del 1902, ma tra le sue opere si annoverano anche Due anni in velocipede, Gomitolino, Lo scimmiottino verde, Gli eroi del Gladiator, Capitan Fanfara e I filibustieri della lumaca.

Scrisse, diresse e interpretò il film cortometraggio muto del 1910 Un matrimonio interplanetario, una commedia che rappresenta probabilmente l'esordio del cinema italiano nel genere fantascientifico.[2]

Morì per un attacco cardiaco nel 1943 durante un bombardamento aereo di Firenze. È sepolto nel cimitero di Soffiano.

Influenza culturalemodifica | modifica sorgente

Yambo è anche il nome del protagonista del libro di Umberto Eco La misteriosa fiamma della regina Loana.

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Riccardo Valla, La fantascienza italiana (seconda parte), 2000. URL consultato il 22 febbraio 2010.
  2. ^ Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Un matrimonio interplanetario in Fantafilm. URL consultato il 28 marzo 2011.

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Riccardo F. Esposito, Yambo (La protofantascienza italiana), in Almanacco della fantascienza 1993. Sergio Bonelli Editore, Milano 1993, pag. 168.
  • Denis Lotti, Yambo sulla Luna di Verne e Méliès. Da La colonia lunare a Un matrimonio interplanetario, in "Immagine. Note di Storia del Cinema", IV s., n. 1, Roma 2010, pp. 119-143.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Collegamenti esternimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License