Zoé (filosofia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Zoé, dal greco ζωή (zoé)[1], indica la "vita qua vivimus" ossia quella che è l'essenza della vita, la vita naturale, proprietà d'essere vivente, vita in opposizione a morte[2](definito da Giorgio Agamben «il semplice fatto di vivere, comune a tutti gli esseri viventi»[3]), differenziandosi da bios, la "vita quam vivimus", ossia la vita qualificata, di qualsiasi genere, che ha un inizio e una fine (secondo Agamben «la forma o il modo di vivere[4] proprio a un individuo o a un gruppo»).[3]

Agamben, nel testo Homo sacer, sviluppa da questa differenziazione, del pensiero dell'antica grecia, tra zoé (vita naturale) e bios (una particolare forma di vita), la nozione di "nuda vita", pensando soprattutto quanto articolato da Aristotele sull'origine della polis, secondo il quale tale distinzione permette la relegazione della vita naturale al dominio della "casa"(oikos)[5].

Bibliografiamodifica | modifica sorgente

  • Giorgio Agamben, Homo sacer. Il potere sovrano e la nuda vita, Torino: Einaudi, 1995 (ristampa 2008) (contiene: «Introduzione», «Logica della sovranità», «Homo sacer», «Il campo come paradigma biopolitico del moderno», «Bibliografia»)

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Secondo Giovanni Semerano: «ζώω, ζῶ vivo, attico ζῶ, ζῇς, inf. ζῆν; ζωή ion. ζόη vita, eol. (Theocr. 29, 4) ζοἶᾶ proprietà dell'essere vivente, vitalità, per i cristiani ζωή la vita eterna; ζωός vivente, anche ζώς (Hom.), ion-att. ζῷον animale, figura, ζωτικός vivificante, vitale, che riguarda la vita. Per ζω- si ipotizzò •gʷyō, per ζη- •gʷyē, ma come per ψυχή (v.), si ignorò l'origine. L'accadico traduce il sumero zi-i con la voce napitštu (vita, respiro, vigore, vitale, 'life, vigour, vitality, breath'), il sum. zi-i (vita, vigore, vitale) torna nel verbo accad. izuzzu, assiro izēzum (esistere, stare saldo, con vigore, 'stehen, stehen bleiben: Lebewesen; gültig bleiben') con forme: izzaz, pret. izziz; cfr. accad. šâḫu (crescere, prosperare, 'wachsen'), šawāḫu (šamāḫu ('gedeihen'); v. ψυχή.» (da Dizionario della lingua greca in Le origini della cultura europea. Vol. II, Dizionari etimologici, Basi semitiche delle lingue indoeuropee, Giovanni Semerano, pp. 105-106)
  2. ^ (FR) Dictionnaire étymologique de la langue grecque, Pierre Chantraine, Parigi, Klincksieck, 1968-80, 2 voll., p.402-403 (pdf da archive.org p.416-417).
  3. ^ a b (FR) [1]
  4. ^ Il modo di vita, riscontrabile anche in Dictionnaire étymologique de la langue grecque, Pierre Chantraine, Parigi, Klincksieck, 1968-80, 2 voll., p.176-177 (pdf da archive.org p.190-191).
  5. ^ (EN) Giorgio Agamben in Internet Encyclopedia of Philosophy di Catherine Mills.

Voci correlatemodifica | modifica sorgente








Creative Commons License