Re d'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Corona Ferrea, usata per incoronare i re d'Italia fino a Napoleone Bonaparte, è custodita nel Duomo di Monza
Periodo napoleonico: bandiera del Regno d'Italia 1805-1814
Bandiera del Regno d'Italia (1861-1946)

Quello che segue è un elenco dei monarchi che hanno governato sulla penisola italiana (o una buona parte di essa) col titolo di Re d'Italia a partire dalla Caduta dell'Impero romano d'Occidente (476) fino alla nascita della Repubblica Italiana (1946).

Va rimarcato che, nel corso dei secoli, il titolo di Re d'Italia assunse diversi contenuti sia formali sia sostanziali e non corrispose sempre al concetto che in seguito gli venne attribuito e che venne incarnato a partire dal Risorgimento dai sovrani del Regno d'Italia (1861-1946) della Casa Savoia a cui solitamente ci si riferisce con tale titolo.

Sovrani d'Italia in epoca romana (fino al 476)modifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Imperatori romani.

Dal III secolo a.C. l'Italia venne unificata sotto il governo della Repubblica romana, poi divenuta impero dal 27 a.C.. Ci furono 77 imperatori, da Augusto, che divise l'Italia in regioni amministrative, fino a Romolo Augusto.

Il Regno d'Italia sotto i Barbari (476-888)modifica | modifica sorgente

I Germani (476-93)modifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Re barbari di Roma.

Dopo aver deposto Romolo Augusto, ultimo imperatore romano d'occidente, nel 476, Odoacre, signore degli eruli, fu nominato dall'imperatore Zenone dux Italiae (duca d'Italia) e patrizio. Più tardi, egli stesso si diede il titolo di rex Italiae (re d'Italia), anche se si presentò sempre come un ufficiale dell'Impero bizantino.

Gli ostrogoti (493-553)modifica | modifica sorgente

Nel 493, il capo ostrogoto Teodorico sconfisse Odoacre, e diede inizio a una nuova dinastia di re d'Italia. Il dominio ostrogoto finì nel 553 con la morte di Teia, quando l'Italia tornò sotto il controllo diretto dell'Impero bizantino.

Dinastia Teodoricianamodifica | modifica sorgente

Dinastie variemodifica | modifica sorgente

Restaurazione imperiale (553-568)modifica | modifica sorgente

I Longobardi (568-774)modifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sovrani longobardi.

Dopo 15 anni di dominio bizantino, nel 568 Alboino condusse i Longobardi in Italia e ricostituì un regno germanico. Per i successivi due secoli i Longobardi lottarono con i Bizantini per la supremazia nella penisola stabilendo la loro autorità su parecchie zone, arrivando a controllare la quasi totalità dell'Italia continentale (con l'esclusione di Venezia, Roma, Napoli e le estremità di Puglia e Calabria). Il dominio longobardo durò fino alla discesa in Italia di Carlo Magno (774).

Immagine Nome Casata
Nuremberg chronicles f 147v 1.jpg Alboino (568 - 572) Gausi
Corona ferrea.png Clefi (572 - 574) Beleos

Periodo di Anarchia (574-84)

Immagine Nome Casata
Corona ferrea.png Autari (584 - 590) Beleos
Corona ferrea.png Agilulfo (591 - 616) Bavarese
Corona ferrea.png Adaloaldo (616 - 625) Bavarese
Corona ferrea.png Arioaldo (626 - 636)
Corona ferrea.png Rotari (636 - 652) Arodingi
Corona ferrea.png Rodoaldo (652 - 653) Arodingi
Corona ferrea.png Ariperto I (653 - 661) Bavarese
Corona ferrea.png Pertarito e Godeperto (661 - 662) Bavarese
Corona ferrea.png Grimoaldo (662 - 671)
Corona ferrea.png Garibaldo (671)
Corona ferrea.png Pertarito (671 - 688) (reinsediato dopo l'esilio) Bavarese
Cunincpert tremissis 612190.jpg Cuniperto (688 - 700) Bavarese
Corona ferrea.png Liutperto (700 - 701) Bavarese
Corona ferrea.png Ragimperto (701) Bavarese
Corona ferrea.png Liutperto (701 - 702) (reinsediato per pochi mesi) Bavarese
Corona ferrea.png Ariperto II (702 - 712) Bavarese
Corona ferrea.png Ansprando (712)
Luitprand tremissis 661673.jpg Liutprando (712 - 744)
Corona ferrea.png Ildebrando (744)
Rachis.gif Rachis (744 - 749)
Aistulf follis 80000860.jpg Astolfo (749 - 756)
Rachis.gif Rachis (756 - 757) (reinsediato per pochi mesi)
Corona ferrea.png Desiderio (756 - 774)

I franchi (774-888)modifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Elenco di re franchi e Carolingi.

Nel 774 i Longobardi furono sconfitti dai Franchi condotti da Carlo Magno e il loro re Desiderio deposto. Carlo Magno assunse il titolo di rex Langobardorum (re dei Longobardi) che al tempo era usato come sinonimo di re d'Italia. Il regno sopravvisse come parte dell'impero dei Franchi, anche se come entità separata, fino al 962 quando l'imperatore Ottone I rivendicò il titolo per sé. Tutti gli imperatori successivi usarono questo titolo e furono incoronati a Pavia, l'antica capitale longobarda, prima dell'incoronazione imperiale che avveniva a Roma.

Dinastia Carolingia (774-888)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Casata
Carlo Magno.png Carlo Magno (774-814) Imperial Monogram of Charlemagne, Holy Roman Emperor.svg
Corona ferrea.png Pipino Carlomanno
(781-810, coreggente con Carlo Magno)
Autograf, Karl den store.svg
Corona ferrea.png Bernardo d'Italia (810-818) Autograf, Karl den store.svg
Louis Ier le Pieux.gif Ludovico il Pio (818-822) Autograf, Karl den store.svg
Lothar I.jpg Lotario I (822-855) Autograf, Karl den store.svg
Reichsschwert ludwig das kind.jpg Ludovico II (855-875) Autograf, Karl den store.svg
Karl II der Kahle.jpg Carlo il Calvo (875-877) Autograf, Karl den store.svg
3 sons of Louis the German.jpg Carlomanno (877-879) Autograf, Karl den store.svg
Die deutschen Kaiser Karl der Dicke.jpg Carlo il Grosso (879-888) Autograf, Karl den store.svg

Il Regno d'Italia durante l'Anarchia Feudale (888-962)modifica | modifica sorgente

Tra l'888 e il 962 il trono d'Italia fu scollegato dal titolo di imperatore dei Romani. Così si ebbero vari "Re d'Italia", il cui potere però era sempre limitato dal Papa, dal marchese di Toscana, dai duchi di Roma, ecc.

Dinastia Guelfa (888-924)modifica | modifica sorgente

Dinastia dei Guidoni (889-898)modifica | modifica sorgente

Dinastia Carolingia (896-99)modifica | modifica sorgente

Dinastia Bosonide (900-905)modifica | modifica sorgente

Dinastia Guelfa (922-933)modifica | modifica sorgente

Dinastia Bosonide (924-50)modifica | modifica sorgente

Dinastia Anscarica (950-963 / 1002-14)modifica | modifica sorgente

Il Regno d'Italia parte del Sacro Romano Impero (963-1556)modifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Imperatori del Sacro Romano Impero e Re dei Romani.

Dal 963 la penisola italiana fu parte del Sacro Romano Impero e gli imperatori furono anche re d'Italia (con l'eccezione del caso dell'ultimo Re d'Italia di origine carolingia Arduino d'Ivrea). Nel 1806 l'impero collassò sotto la pressione militare di Napoleone Bonaparte e fu formalmente disciolto il 6 agosto.

Dinastia ottoniana sassonemodifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dinastia ottoniana di Sassonia.
Immagine Nome Casata
Otto I vazby.jpg Ottone I il Grande, re 936, imperatore 962 -973 Armoiries Saxe.svg
Otto II, Holy Roman Emperor.jpg Ottone II, imperatore 973 - 983 Armoiries Saint-Empire monocéphale.svg
Ota3.jpg Ottone III, re 983, imperatore 996 - 1002 Armoiries Saint-Empire monocéphale.svg
Intermezzo dell'italico Arduino d'Ivrea, re 1002-1004 Milano-Stemma 2.svg
Jindra2 cisar.jpg Enrico II, re 1004, imperatore 1014 - 1024
(nel primo decennio contrastato da Re Arduino d'Ivrea)
Armoiries Saint-Empire monocéphale.svg

Dinastia salica-francamodifica | modifica sorgente

Immagine Nome Casata
Conrad II, Holy Roman Emperor.jpg Corrado II, re 1024, imperatore 1027 - 1039 CoA fam DEU salisch.png
Henry III, Holy Roman Emperor.jpg Enrico III, re 1039, imperatore 1046 - 1056 CoA fam DEU salisch.png
Henry4, Holy Roman Emperor.jpg Enrico IV, re 1056, imperatore 1084 - 1106 CoA fam DEU salisch.png
Henry V, Holy Roman Emperor.jpg Enrico V, re 1115, imperatore 1111 - 1125 CoA fam DEU salisch.png

Dinastia Supplimburgo (Supplinburger)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Casata
Ludwig III in der Schlacht von Kulm.jpg Lotario II di Supplimburgo, re 1125, imperatore 1133 - 1137 Armoiries Saxe.svg

Dinastia Staufen o Hohenstaufenmodifica | modifica sorgente

Immagine Nome Casata
Conrad III of Hohenstaufen.jpg Corrado III, re 1138 - 1152 Armoiries Famille Hohenstaufen.svg
Barbarossa kronika.jpg Federico I Barbarossa, re 1152, imperatore 1155 - 1190 Armoiries Famille Hohenstaufen.svg
  • Nota: i titoli di Re dei Romani e di Re di Germania sono equivalenti.
Immagine Nome Casata Incoronazioni Trono Morte
Henry VI, Holy Roman Emperor.jpg Enrico VI di Svevia Armoiries Famille Hohenstaufen.svg Re dei Romani, Aquisgrana 1169
Re d'Italia, Milano 1186
imperatore, Roma 1191
1186 1197
Otto IV. und Papst Innocenz III. reichen sich vor den ankommenden Schiffen Friedrichs II. die Hände.jpg Ottone IV di Brunswick Blason duche fr Normandie.svg Re dei Romani, Aquisgrana 1198
Re d'Italia, 1209
imperatore, Roma 1209
1209 1218
Frederick IIStauf.jpg Federico II di Svevia Armoiries Famille Hohenstaufen.svg Re dei Romani, Magonza 1212
imperatore, Roma 1220
Re d'Italia (per diritto di successione da Ottone IV, ma mai incoronato ufficialmente)
1220 1250

Dinastia Lussemburgomodifica | modifica sorgente

Immagine Nome Casata Incoronazioni Trono Morte
Heinrich vii grabmal.png Enrico VII di Lussemburgo Armoiries Comtes de Luxembourg.svg Re dei Romani, Aquisgrana 1308
Re d'Italia, Milano 1311
imperatore, Roma 1312
1311 1313
Ludovico il Bavaro.jpeg Ludovico il Bavaro Armoiries Bavière.svg Re dei Romani, Aquisgrana 1314
Re d'Italia, 1327
Imperatore, Roma 1328
1327 1347
Karl IV HRR.jpg Carlo IV di Lussemburgo Bohemia Arms.svg Re dei Romani, Aquisgrana 1347
Re d'Italia, 1355
Imperatore, Roma 1355
1355 1378
Die deutschen Kaiser Wenzel.jpg Venceslao di Lussemburgo Bohemia Arms.svg La raffigurazione della pretesa incoronazione
di Venceslao, raffigurata nel Duomo di Monza,
è ritenuta un falso storico.
1378 1419
Albrecht Dürer 082.jpg Sigismondo di Lussemburgo Bohemia Arms.svg Re dei Romani, Aquisgrana 1410
Re d'Italia, 1431
imperatore, Roma 1433
1431 1437

Dinastie Asburgomodifica | modifica sorgente

Immagine Nome Casata Incoronazioni Trono Morte
Hans Burgkmair d. Ä. 005.jpg Federico III d'Asburgo Gules a fess argent.svg Re dei Romani, Aquisgrana 1440
Re d'Italia, 1452
imperatore, Roma 1452
1452 1493
Tizian 066.jpg Carlo V d'Asburgo Armoiries Charles Quint.png Re dei Romani, Aquisgrana 1519
Re d'Italia, Bologna 1530
imperatore, Bologna 1530
1530 1556

Carlo V fu l'ultimo imperatore a essere incoronato Re d'Italia.[1] L'impero ha continuato a rivendicare il territorio in Italia fino alla Pace di Vestfalia del 1648.

Il Regno d'Italia parte dell'Impero Francese (1805-14)modifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Regno d'Italia (1805-1814).

Nel 1805 Napoleone, già Presidente della Repubblica Italiana dal 1802, divenne sovrano di un Regno d'Italia costituito dall'Italia settentrionale, e fu incoronato con la Corona Ferrea nel Duomo di Milano il 26 maggio 1805.

Dinastia Bonaparte (1805-14)modifica | modifica sorgente

Immagine Nome Casata Note Inizio del Regno Termine del Regno
Napoleon I of France by Andrea Appiani.jpg Napoleone I Stemma Bonaparte Re d'Italia
Imperatore dei francesi dal 1804 al 1814 e nel 1815
17 marzo
1805
11 aprile
1814
Le duc de Reichstadt.jpg Napoleone II di Francia Stemma Bonaparte Re di Roma dalla nascita (1811); Imperatore dei francesi per due giorni nel 1814 e due settimane circa nel 1815 (22 giugno-7 luglio), in realtà non regnò mai effettivamente; Re d'Italia, in via formale, dall'abdicazione del padre fino allo scioglimento del regno. 11 aprile 1814 25 maggio 1814

Il Regno d'Italia indipendente (1861-1946)modifica | modifica sorgente

Dinastia Savoia (1861-1946)modifica | modifica sorgente

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Regno d'Italia (1861-1946), Casa Savoia e Linea di successione al trono d'Italia.

Dall'abdicazione di Napoleone all'Unità d'Italia nel 1861 non vi fu ufficialmente nessun regno. Col Risorgimento sul trono del Regno si installò la dinastia dei Savoia, precedentemente titolare del Regno di Sardegna, su tutto il territorio italiano. Nel 1946 la monarchia venne sostituita dalla repubblica a seguito dell'esito di un referendum popolare.

Oltre al titolo regio italiano avevano tra gli altri anche i titoli di re di Sardegna, re di Cipro, di Gerusalemme e di Armenia, duca di Savoia, duca di Genova, principe di Piemonte, principe di Carignano.

Immagine Nome Casata Note Inizio del Regno Termine del Regno
VictorEmmanuel2.jpg Vittorio Emanuele II Stemma Savoia Già Re di Sardegna; soprannominato il Re Galantuomo o il Padre della Patria 17 marzo
1861
9 gennaio
1878
Umberto I di Savoia.jpg Umberto I Stemma Savoia Assassinato a Monza; soprannominato il Re Buono 9 gennaio
1878
29 luglio
1900
Victor Emmanuel III of Italy.jpg Vittorio Emanuele III Stemma Savoia Imperatore d'Etiopia (1936-1943, de facto fino al 1941)
Re d'Albania (1939-1943)
Abdica in favore di Umberto II, a cui aveva lasciato già la luogotenenza del regno; soprannominato il Re Soldato o Re Vittorioso
29 luglio
1900
9 maggio
1946
Umberto II of Italy.jpg Umberto II Stemma Savoia Luogotenente del Regno (cioè reggente) dal 1944, su incarico del padre. Esiliato dopo la proclamazione della Repubblica Italiana.[2] Soprannominato il Re di Maggio. 9 maggio
1946
18 giugno
1946

Voci correlatemodifica | modifica sorgente

Notemodifica | modifica sorgente

  1. ^ Lodovico Antonio Muratori, Giuseppe Oggeri Vincenti, Annali d'Italia, 1788, p. 81.
  2. ^ Dal 13 giugno aveva già lasciato l'Italia a causa dei gravi dissidi con i ministri; la storiografia situa però spesso (impropriamente) l'inizio della Repubblica il 2 giugno 1946, la data del referendum istituzionale.

Altri progettimodifica | modifica sorgente








Creative Commons License