Attendere...caricamento in corso

TS EnGiNeS


Run Search Request

TS NaWiGaToR


ViDeO..



Courtesy TerritorioScuola - Daniel Nocera - La foglia artificiale


Courtesy TerritorioScuola - Fusione Fredda: Intervista a McKubre -- sub ita -- parte 1 e 2


Courtesy TerritorioScuola
Emilio del Giudice Storia delle reazioni nucleari nella materia condensata
(Clicca qui per vedere tutto il Convegno "Eppur si Fonde" - Milano, 20/11/2009)

Courtesy TerritorioScuola


Commenti Correnti!


I Commenti dei Navigatori di TerritorioScuola InterAzioni. Considerazioni, sfoghi, invettive contro i pionieri del collasso mondiale.
Commenti CorrentiCommenti CorrentiCommenti Correnti

NormaScuola SupeR SearcH!

Prova il Nuovo Motore di Ricerca della Normativa Scolastica e Correlata!

19:05 - 10/08/10 - Rapporto Nazionale INVALSI a.s. '09/'10: gli Esiti Ufficiali delle Prove.

[Preambolo] – Il giorno 17 giugno 2010 circa 585.000 candidati all'esame di Stato previsto al termine del primo ciclo di istruzione hanno affrontato la Prova nazionale, prevista dalla legge 25/10/2007 n. 176, che anche per l'a.s. 2009-2010 prevedeva una sezione di Italiano e una di Matematica.

Le operazioni necessarie a garantire lo svolgimento della Prova nazionale sono state avviate all'inizio del 2010. La prima operazione è consistita nel censimento della popolazione dei possibili candidati all'esame.

Dal 1 febbraio 2010 tutte le Istituzioni scolastiche, appartenenti alla scuola secondaria di primo grado, hanno potuto comunicare attraverso un apposito modulo attivato sul sito dell'INVALSI i dati relativi agli alunni partecipanti all'esame di Stato di fine primo ciclo.

Attraverso tale modulo le scuole hanno inviato i propri dati anagrafici, il numero delle terze classi, il numero di alunni che dovevano sostenere l'esame di Stato, la presenza di alunni con disabilità visiva e l'eventuale numero di candidati esterni.

Nell'a.s. 2009-2010, per la prima volta, in una prospettiva di attuazione progressiva della normativa vigente, la Prova nazionale è stata somministrata anche agli studenti delle scuole italiane all'estero operanti in Paesi con un fuso orario (da GMT-12 a GMT+3) compatibile con quello italiano. Anche tali Istituzioni hanno comunicato i propri dati attraverso il modulo on line.

Sulla base dei dati ricevuti, l'INVALSI ha predisposto la stampa e la spedizione dei fascicoli di Italiano e Matematica.

Le Istituzioni scolastiche avrebbero dovuto comunicare i dati richiesti entro il 20 marzo 2010. Non tutte le scuole hanno però rispettato la scadenza prevista, e alla data del 18 marzo 2010, circa 230 Istituzioni scolastiche non avevano ancora effettuato alcuna registrazione sul sito dell'INVALSI.

Scarica il Rapporto Nazionale INVALSI 2009/2010 in versione integrale.

Lascia un Commento

 

 

 

Puoi usare questi tags HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>